giovedì 28 ottobre 2010

Il traffico dei cuccioli ora è un reato

Finalmente (con 23 anni di ritardo) il Parlamento italiano ha approvato Legge di Ratifica ed esecuzione della Convezione Europea per la protezione degli animali da compagnia.
Il traffico dei cuccioli ora è un reato: chi trasporta e commercia cani e gatti senza microchip, documentazione sanitaria e passaporto rischia la reclusione da 3 mesi a un anno e una multa da 3.000 a 15.000 euro.
La stessa legge prevede pene più severe rispetto al passato per chi maltratta e uccide animali.
E' un importante risultato che potrà salvare la vita a migliaia di cuccioli strappati prematuramente alle loro madri, costretti a viaggi estenuanti, perdendo spesso la vita. Acquistati a costi irrisori alla fonte e venduti a caro prezzo perché "trasformati" in cuccioli italiani a destinazione.

1 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails