domenica 14 giugno 2009

Nuovi consensi del Governo alle spadare

Il Governo italiano sembra insensibile ad ogni denuncia delle associazioni ambientaliste e alle proposte dell’Unione Europea sulla pesca. Il sottosegretario all´Agricoltura Antonio Buonfiglio ha firmato un decreto che estende oltre le dieci miglia dalla costa l´uso delle ferrettare, una tipologia di spadare contro le quali Greenpeace ed Oceana hanno fatto numerose denunce.
Pochi giorni fa Marevivo denunciava che il fatto che la pesca illegale non si ferma: sequestrati negli ultimi 3 mesi dalle Capitanerie di Porto oltre 17.000 kg di tonno rosso illegale e 45 km di spadare.
La decisione del Ministro delle Politiche agricole di autorizzare l´uso delle ferrettare oltre le 10 miglia dalla costa, è una scelta grave e incomprensibile che espone l´Italia a nuove procedure di infrazione da parte della UE e minaccia gli ecosistemi marini.
L´illegalità è diffusa e reiterata, dovuta a limitati controlli, pescherecci pirata e porti fantasma, trasferimenti non registrati di tonni vivi in allevamenti all´estero, mercati irregolari, criminalità organizzata presente e operante sui mercati remunerativi del tonno rosso e del pesce spada, registrazioni di vendite e catture improprie e fuori dal dettato comunitario. Quello della pesca illegale è un grave problema non ancora risolto.
Probabilmente il sottosegretario Buonfiglio ha voluto precedere le fastidiose quote europee e regole europee semplicemente forzandole con un provvedimento che sembra quasi una provocazione al nuovo Europarlamento e contando sui tempi lunghi di insediamento della nuova Commissione Europea, farla far franca alle ferrettare almeno per questa stagione di pesca.

3 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails