lunedì 13 settembre 2010

La Lega Nord non è folklore!

sole alpi Scrivo poche parole per commentare l'argomento leghista di questi giorni.
Ad Adro, comune leghista del bresciano, l'amministrazione locale inaugura una scuola pubblica dedicandola a Gianfranco Miglio, tappezzandola del simbolo padano del sole delle alpi e cementificando a muro i crocifissi.
Dei crocefissi non ne parlo perchè non l'ho fatto quando era argomento del momento. Non mi interessa e sono del tutto indifferente.
Tutto il resto è simbolo del volere imporre il proprio marchio e impossessarsi politicamente di qualcosa di pubblico.
Sinceramente non mi meraviglio troppo. Mi arrabbio con chi in questi 20 anni ha continuato a sottovalutare la Lega Nord riducendola a folklore e protesta. Perfino i leghisti sfruttano questa immagine per rimanere sottovalutati convenientemente.
La Lega Nord è un pensiero (Gianfranco Miglio ne fu uno dei teorici) che diventa realtà applicata. Il pensiero dell'enclave che si isola, egoista e arrogante allo stesso tempo.
Chi ha visto la trasmissione Presa Diretta sulle evasioni fiscali, ha potuto constatare che il federalismo che la Lega Nord sembra non raggiungere mai, in realtà l'ha ottenuto già da molto tempo ed è per questo che la Lega Nord cresce. Le enclavi esistono già.
Cercare di spiegare ad un elettore leghista che i loro capi sono xenofobi, affaristi e centralisti quando conviene, è la cosa più inutile che si possa fare. L'elettorato leghista non ha interesse a ciò che fa il suo vertice. Lo scopo finale è la formazione di isole apparentemente felici di furbetti egoisti che vivono come parassiti dello Stato a cui appartengono. Alla faccia del reale federalismo fiscale.

3 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails