giovedì 24 febbraio 2011

Il nepotismo leghista è trasparente

Da quando Renzo Bossi, figlio di Umberto, è riuscito nell'impresa di farsi dare il diploma di maturità (alla terza volta), è iniziata una discesa per la sua carriera politica.
In discesa perchè è uno dei casi più eclatanti e palesi di nepotismo.
Candidato ed eletto come consigliere regionale in Lombardia (liste decise dal partito e senza preferenze), inserito nel consiglio d'amministrazione di Expo 2015 e adesso il colpaccio dei colpacci: la nomina a direttore editoriale di tutti i mezzi di comunicazione della Lega Nord. Radio Padania, La Padania e TelePadania.
Mica poco per uno che hanno faticato a fare uscire dalle scuole superiori.

2 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails