martedì 1 novembre 2011

L'Italia che si sgretola

Un bel po' di anni, un'amica australiana conosciuta via Internet decise di farsi un tour dell'Italia.
La sua agenzia le sconsigliava di andare a Sud di Roma per motivi di "sicurezza", ma io le feci notare che non poteva dire di aver visto l'Italia senza essere passata almeno dalla Campania.
Segui il mio consiglio e dopo il suo rientro mi ringraziò a lungo per il mio consiglio. Trovò la Campania e i suoi tesori architetturali e naturali fantastici. Oltre ad avere avuto modo di assaggiare il caffè alla nocciola.
Ma dopo continue e periodiche letture di notizie come queste (crolla un muro romano, Pompei un anno perduto), non so se potrò più dare gli stessi consigli in un prossimo futuro.
In Sicilia crollano gli edifici barocchi, in Campania i muri romani e terremoti e alluvioni ci portano via pezzi di storia e di natura. Ma in Italia sembra non esserci la consapevolezza che nell'economia legata al turismo eravamo primi mondiali fino a qualche anno e oggi ben quinti. Un pezzo di economia sul quale si investe con la manutenzione e il risanamento del territorio.
Ma se questa Italia non investe nella scuola, non investe nella ricerca, non investe nella cultura e nel suo patrimonio storico e naturale, in cosa investe per il suo futuro?

1 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails