domenica 1 luglio 2012

Bandiere blu, ma sbiadite

Siamo alle solite. Riusciamo sempre a rendere inutili le iniziative più interessanti.
Da un po' di anni sono ormai diventate consuetudine le bandiere blu assegnate ed esposte dai Comuni "meritevoli" per il turismo estivo.
La presenza di una bandiera blu dovrebbe garantire per il turista una vacanza di qualità al mare perchè il Comune che la espone dovrebbe garantire nel suo territorio la giusta ricettività e il rispetto dell'ambiente.
Però le bandiere blu vengono assegnate senza alcun controllo. I Comuni interessati compilano un semplice questionario e sulla base di quello si ottiene la bandiera da esporre con tanto di cerimonia. Ma chi controlla? Nessuno.
Il rispetto dell'ambiente non è certificato e spesso la qualità dell'acqua (presenza di batteri dannosi) non coincide con i controlli eseguiti dal Ministero della Salute. Ci sono casi di comuni con tanto di bandiera blu, ma senza depuratori per lo scarico di acque reflue in mare.
Anche per i servizi offerti e la ricettività mancano verifiche su quanto dichiarato nei questionari. Ci sono casi dove si dichiarano approdi turistici inesistenti.
Come dicevo, un'idea interessante, ma inutile se non ci si può fidare.

1 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails