giovedì 22 ottobre 2009

I cacciatori si estinguono naturalmente

Secondo i dati diffusi dalle associazioni riconosciute dei cacciatori, se negli anni '80 gli appassionati di caccia erano un milione e mezzo, oggi raggiungono a stento i 750 mila "esemplari".
IN 25 anni si sono dimezzati e la tendenza sembra non arrestarsi visto che l'età media dell'attuale cacciatore italiano è 65-75 anni, con punte fino agli 80.
Le motivazioni sono varie. Un po' per maggiore sensibilità al problema ambientale, che oggi è più sentito di 25 anni fa. Un po' per la confusione della legge. Forse più probabilmente per mancanza di interesse da parte dei giovani che giustamente preferiscono andarsi a divertire e la caccia non è un piacevole passatempo come poteva essere per le passate generazioni.
Non c’è un ricambio generazionale e i cacciatori si stanno estinguendo naturalmente.
Sarà anche per questo che ogni tanto vengono alla ribalta proposte di legge come quella proposta qualche mese fa dal senatore del Pdl Franco Orsi, che allargava la caccia ai sedicenni e allungava la stagione venatoria senza regola precise. Oppure "sparate" come quella del Presidente di Arcicaccia di introdurre nelle scuole l'insegnamento della caccia spacciandolo con motivazioni ambientali.
Per fortuna la natura vince sempre e fa il suo corso.

1 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails