venerdì 21 gennaio 2011

Dal berlusconismo andiamo oltre verso la prossima Italia

C'è chi sente parlare di Berlusconi e Bossi da quando è nato eppure non ha visto cambiare l'Italia di una virgola. Non ha visto realizzato nulla che servisse all'Italia per essere al passo con altre nazioni.
C'è chi, come me, ha sentito parlare di prima e di seconda Repubblica e vedendo come viene governata l'Italia oggi, inizia a rimpiangere la prima. Cosa scegliere tra chi governava l'Italia rubando e chi ruba mandando l'Italia a puttane?
Guardando a sinistra però ci sono le idee per andare oltre il berlusconismo senza tornare alla prima Repubblica. Basta avere un po' di tempo e leggere le idee del Partito Democratico, gli argomenti in dipartimenti di Italia dei Valori, il forum di Sinistra Ecologia e Libertà, il forum del Movimento 5 Stelle, la voce del Movimento per la Decrescita Felice.
Ci sono idee che spesso si sovrappongono, desideri repressi dall'inseguire un falso mercato finanziario che crea crisi economiche e debiti pubblici, voglia di solidarietà e minore egoismo, voglia di una vita sostenibile che consegni un mondo vivibile ai nostri figli e nipoti, voglia di un progresso tecnologico e scientifico che aiuti l'uomo e non lo renda schiavo, voglia di libertà nelle proprie scelte legata ad un ritorno del senso civico e del vivere in una comunità di persone.
Insomma, la possibilità di superare il berlusconismo e andare oltre verso la prossima Italia esiste ed è reale. Ma come fare?
Probabilmente cercando di parlare meno di Berlusconi e Bossi e più del berlusconismo, parlare più delle belle idee e proposte e meno del gossip. C'è bisogno di fare sapere a chi l'ha dimenticato o non l'ha mai saputo che esiste la possibilità di un'altra Italia che somigli più ad altre nazioni, ma che avrebbe tutte le potenzialità per essere perfino più vivibile delle nazioni che spesso vengono portate ad esempio.
All'interno del Partito Democratico, chi partecipa attivamente all'area tematica della Prossima Fermata Italia, pur essendo spesso etichettato come "rottamatore", non vuole fare altro che proporre e fare sapere che un'altra Italia è possibile e che esistono (tra le altre) anche le persone disposte a realizzare quelle idee e quelle proposte scritte ma poco diffuse. Ecco, da adesso dovremmo abbandonare le discussioni da bar sulla cronaca e iniziare a discutere su come vogliamo che sia la nostra prossima Italia.

3 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails