mercoledì 31 agosto 2011

Recensione della mia canoa Hudson

Le mie vacanze appena terminate sono state in parte influenzate dall'acquisto e l'uso di una bella canoa gonfiabile.
Allora perchè non scriverne una recensione postuma?
La canoa che ho acquistato è la Hudson della Sevylor. Ho approfittato di un'offerta nei negozi Decathlon, con 1 euro in più mi hanno dato due pagaie e due giubbottini di sicurezza per le bimbe. Totale 450 euro. In più ho acquistato per 15 euro la fondamentale pompa manuale da 1,5 litri, con funzionalità per gonfiare e sgonfiare sia in andata che ritorno.
Prima dell'acquisto mi sono documentato su Internet leggendo caratteristiche e recensioni di altri acquirenti. Devo dire che la realtà rispecchia pienamente quanto mi aspettavo e il risultato personale è di piena soddisfazione.

La confezione contiene, oltre alla canoa sgonfia, un manomentro per controllare la pressione, una mini deriva che ho trovato utilissima in mare (ho provato con e senza) e una sacca per il trasporto.
Devo dire che il trasporto è stata la nota dolente. Portarla da soli è impossibile. Portarla in due quando è gonfiata risulta difficoltoso dal fatto che non è abbastanza rigida. Quindi ho dovuto gonfiarla e sgonfiarla in spiaggia ad ogni uso. Il tempo di gonfiaggio, con la pompa sopra, è di circa 10 minuti (pochi), meno per sgonfiare e ripiegare nella sacca. Sicuramente l'anno prossimo mi attrezzerò con un carrellino per il trasporto della canoa gonfia.
La sensazione di robustezza è buona fattura c'è tutta. Le tre camere d'aria sono tutte rivestite in robusto nylon e i tre seggiolini gonfiabili sono comodi e regolabili nella seduta.
Come mi aspettavo, la canoa ha tutti i pregi e difetti di una gonfiabile rispetto a una rigida, ed è quel che desideravo. Ha una stabilità e una dolcezza nell'affrontare le onde eccezzionale (i bimbi possono farci i tuffi dalla canoa). Per contro il fondo piatto e la poca rigidità la rende poco idrodinamica e quindi più lenta.
Da migliorare il processo di lavaggio e di pulizia a fine stagione. Le tante pieghe la rendono un po' difficile da lavare e ripulire da sabbia e sassolini e anche l'asciugatura è più lenta. Ma per una lunga durata è fondamentale lavare via l'acqua salata del mare (evita corrosioni) e fare asciugare bene prima di ripiegare (evita muffe) e riporre in cantina per la stagione prossima.
Giudizio finale soddisfacente e una lacrima in più la fine della vacanza.

2 commenti:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails